venerdì 23 giugno 2017

Grammomania e Anteprima: Cervelo R5

Eccolo, il nuovo top frame  Cervelo. E' in taglia 51.  Un altra anteprima materializzata dal rivenditore Falasca Cicli. In collaborazione con All Bike. Saluti ciclistici 



giovedì 22 giugno 2017

Anteprima e Grammomania: Zipp 202 NSW




E' la ruota Zipp 202 con il nuovo profilo NSW ( per copertoncino). In collaborazione con il rivenditore Falasca Cicli e All Bike. Saluti ciclistici. 

Anteprima: scarpe Mavic Comete Ultimate.

Se le ruote sono il componente della bicicletta più importante, persino del telaio, le scarpe, il pantaloncino-fondello e la sella sono gli accessori fondamentali per la salute e la prestazione del ciclista. Quindi se dovete risparmiare, fatelo su tutto, tranne che su questi prodotti. Fatta questa premessa, veniamo alla presentazione di una scarpa unica, un altra anteprima assoluta del blog più letto dai ciclisti, la Mavic Comete Ultimate.
La scarpa è unica per costruzione essendo formata da due parti: scafo in carbonio e scarpetta interna in materiale idrorepellente, connotato da una morbidezza assoluta. Una volta inserita la scarpetta all'interno della scocca in carbonio, le due parti, diventano, un unicum, come direbbero i padri latini, “una cosa sola” per dirla in parole povere. La suola della scocca è in carbonio ed è posizionata, 4 mm più vicina al pedale, in modo da aumentare la libertà della caviglia. Le grafiche visibili nella foto sono solo della scarpa dimostrativa; quella in vendita è senza la puntinatura gialla e avrà la scritta Mavic sul lato. La scarpetta interna è disponibile anche in colore giallo oppure rosso, è completamente lavabile e costa ottanta euro. La scarpa ( comprensiva delle sue parti) costa mille euro ed è garantita 3 anni, con la formula “soddisfatti o rimborsati”, valida per un mese. In caso di rottura di qualche componente/parte della scarpa si potrà acquistarlo con il 40% di sconto.
L'anteprima è stata realizzata in collaborazione con il rivenditore Record Bike di Federico, che si trova a Vicenza, scelto insieme ad altri quattro rivenditori autorizzati e selezionati dal marchio francese per la presentazione della nuova scarpa.

Saluti ciclistici.    










venerdì 16 giugno 2017

giovedì 8 giugno 2017

Anteprima: la nuova Specialized Tarmac S-works

E' il nuovo modello della Tarmac, completamente stravolta ( in peggio) nella linea! A vederla provo una tristezza infinita ! Praticamente la Tarmac continua ad avere uno stile anonimo che la confonde con le molteplici offerte del mercato, attualmente uniformato ad una linea aero. Lo scrivevo tempo fa, la maggioranza dei telai si assomigliano. Ecco perché scegliere un telaio non aero, ma con linee tradizionali, è l'unica scelta per non confondersi nel gruppo ed avere un modello che non svaluta facilmente, anzi da collezione. Per la cronaca la foto è stata scattata al Dauphine 2017 che si sta correndo in Francia. Attendiamo anche questa volta, il  lancio ufficiale con i soliti proclami entusiasmanti che ne annunceranno qualità straordinarie. E ogni volta sarà il consueto teatrino. Sveglia ragazzi. Saluti ciclistici. 

mercoledì 7 giugno 2017

Anteprima: Shimano Ultegra R8000 e R8050.

Shimano Ultegra R8000 (meccanico)


E venne il tempo del nuovo Ultegra, ad immagine e somiglianza del modello top di gamma Dura Ace. Come ebbi modo di scrivere dopo il test del modello precedente, CLICCA QUI, l'Ultegra è il migliore gruppo in circolazione, in base al rapporto qualità/prezzo, assolutamente top. La versione R8000 è la versione meccanica, la versione elettronica è denominata R8050. Entrambe i modelli sono dotati di un cambio con gabbia lunga che permette di far girare il pacco pignoni 11-34, ma anche di un cambio con gabbia corta a differenza del Dura Ace !!!  Il cambio utilizza il design Shadow a basso profilo, già illustrato in occasione del test del nuovo Dura Ace CLICCA QUI  e che sinteticamente  è l'unico cambio che non sporge dal profilo del telaio, quindi in caso di caduta i danni saranno minori, più compatto, con un percorso del cavo più diretto, con una distanza costante dalla cassetta, per aumentare la stabilità del cambio. Il corpo del cambio ha una larghezza ridotta con un design futuristico.
Le caratteristiche salienti dei componenti:





La Crankset FC-R8000 HOLLOWTECH II mutua numerose tecnologie da quella del Dura-Ace R9100 unitamente alla forma che migliora ulteriormente il design a 4 bracci di ULTEGRA e la rigidità. Le diverse combinazioni delle corone offrono configurazioni di ingranaggi multiple tramite una singola piattaforma BCD per un'eccellente versatilità. Con il profilo del dente a catena ridisegnato per la DURA-ACE R9100, l'ULTEGRA FC-R8000 Crankset è ottimizzato per gli ultimi dischi freni a disco, senza la necessità di aumentare il fattore q. Il design del braccio della pedivella è più leggera e rappresenta un'eccellente trasferimento di potenza
La profilazione del dente a catena ridisegnata aumenta la distanza tra la catena e i denti principali per fornire la compatibilità con i telai con 135mm O.L.D. E lunghezza catena di 410mm
Lunghezza del braccio: 165mm, 170mm, 172.5mm, 175mm
Rider combinazioni di ingranaggi sintonizzati: 46-36T, 50-34T, 52-36T, 53-39T
Peso: 674g (170mm, 50-34T)

CS-R8000.png

Le cassette CS-R8000 e CS-HG800-11 espandono ulteriormente le scelte di ingranaggi. La cassetta R8000 è dotata di un maggior numero di combinazioni di ingranaggi ad alte prestazioni. Come per DURA-ACE R9100, la nuova cassetta da 11-30T ULTEGRA aumenta la gamma di ingranaggi pur rimanendo compatibile anche con il cambio posteriore a gabbia corta.
Ma la particolarità  si evidenzia con la nuova cassetta 11-34T CS-HG800-11, rendendo l'ULTEGRA straordinariamente capace di adattarsi sia ai percorsi  MTB, sia a quelli specifici per la strada (con distanziali). La cassetta 11-34 T è compatibile anche con il nuovo cambio Shimano Dura Ace ma solo  quello meccanico. 
CS-R8000 Combinazioni di ingranaggi / Peso: 11-25T (232g), 11-28T (251g), 11-30T (269g), 11-32 (292g), 12-25T (243g), 14-28T (300g)
CS-HG800-11 Combinazioni degli ingranaggi / Peso: 11-34T (335g)


BR-R8010.png
Freno Ultegra a montaggio diretto
Freno Ultegra dual pivot standard

CS-R8000
I freni standard  hanno un design più elegante, prestazioni migliori nella potenza di arresto, rigidità equilibrata, minore peso, una maggiore distanza per essere compatibile con tubolari da 28 mm e come da tradizione Shimano i freni sono  Dual Pivot e Direct Mount. I nuovi freni hanno uno stabilizzatore aggiuntivo tra i bracci per ridurre la deformazione ed una minore ampiezza per renderli più pronti.

BR-R8000, pinza freno a doppio pivot

BR-R8010-F, pinza freno di tipo diretto per la parte anteriore

BR-R8010-RS, Tipo di montaggio diretto della pinza freno per posteriore

BR-R8010-R, pinza freno tipo di montaggio diretto (sotto l'opzione Bracket Bracket)
Pesi:
BR-R8000: 182g (anteriore), 178g (posteriore)
BR-R8010-F: 174g
BR-R8010-RS: 172g
BR-R8010-R: 160g

A sinistra la leva ST R8000 del meccanico. A destra la leva ST R8020 dell'idraulico 

Le leve a doppio comando ULTEGRA ST-R8000 hanno ulteriori raffinate prestazioni di spostamento con una migliore ergonomia con i freni. Il nuovo deragliatore frontale meccanico FD-R8000 utilizza la nuova struttura di collegamento introdotta per la prima volta con Dura-Ace R9100 per una facile impostazione e regolazioni fine-tuning senza la necessità di strumenti speciali. Il deragliatore posteriore RD-R8000 utilizza il design SHADOW RD di Shimano, che consente una prestazione di spostamento più stabile e un profilo più basso per ridurre al minimo l'esposizione al danno.

ST-R8000, Leva di comando doppio (2x11-velocità)

ST-R8020, leva di comando doppio del freno a disco idraulico (2x11-velocità)

Unità di spostamento interno ridisegnata per un rapido ed intuitivo spostamento.




FD-R8000, deragliatore meccanico (2x11-velocità)

La nuova costruzione corrisponde alla curva di forza più naturale per ridurre lo sforzo necessaria per lo spostamento
Il nuovo design consente un disegno flessibile di routing dei cavi
Impostazione della tensione del cavo integrata per una regolazione precisa e una regolazione senza utensili
Ridisegnato per i telai specifici del disco, che accoglie un passo di ingombro più ampio senza sacrificare le prestazioni di spostamento
Peso: 92g (tipo diretto), 106g (morsetto)


RD-R8000 SHIMANO SHADOW RD cambio (a 11 velocità) .

Il design a basso profilo Shimano SHADOW RD aumenta la stabilità del turno e riduce la vulnerabilità in caso di caduta, fornendo un aspetto integrato elegante. 
Diversamente dal nuovo Dura Ace, disponibile solo con la gabbia lunga, il nuovo Ultegra ha due opzioni di lunghezza della gabbia e un'ampia gamma di compatibilità:
RD-SS copre: 11-25T a 11-30T ( gabbia corta)
RD-GS copre: 11-28T a 11-34T ( gabbia lunga)
Peso: 200g (RD-R8000-SS), 210g (RD-R8000-GS)

Catena CN HG701-11 
E' una nuova catena di tipo stretto per una migliore efficienza, più silenziosa e meno manutenzione. Permane la tecnologia Sil Tec. In pratica la catena è diventata come quella del Dura Ace. 

Shimano Ultegra R8050

La personalizzazione delle impostazioni del tuo sistema Di2 è più facile che mai. Può essere effettuata tramite PC o in modalità wireless, utilizzando la app E-Tube disponibile per tablet e altri dispositivi mobili con sistema Android e iOS. Non ti resterà che aggiornare il firmware della bicicletta per personalizzare la velocità di cambiata, le opzioni di cambiata multipla e la modalità Synchronized Shift. Imitando il design dei comandi cambio Di2 del gruppo Dura-Ace, le nuove leve Ultegra Di2 consentono un controllo remoto grazie ai pulsanti sulla parte superiore del coprileva, i quali possono essere programmati per selezionare rapporti o controllare dispositivi ausiliari quali ciclocomputer o sistemi di illuminazione compatibili. Il nuovo gruppo Ultegra R8000 adotta la modalità Synchronized Shifting. Questa modalità ti permette di azionare entrambi i deragliatori premendo un unico pulsante di cambio, ottenendo un ottimale aggiustamento del rapporto fronte/retro. In contemporanea, la funzione di trimming integrata del sistema Di2 regola automaticamente e in modo preciso la posizione del deragliatore anteriore in modo che la catena si trovi al centro dello stesso, evitando sfregamenti.

Il nuovo deragliatore FD-R8050 è stato riprogettato in modo da poter accogliere catene a passo più largo senza sacrificare le prestazioni del cambio. Una cambiata anteriore rapida e fluida è garantita in tutte le circostanze, anche quando si sposta la catena sulla corona esterna e ci si alza dalla sella. Grazie alla tecnologia Shimano Synchronized Shift, il deragliatore anteriore si sposterà automaticamente per seguire i movimenti del deragliatore posteriore, consentendo a entrambi i deragliatori di lavorare insieme in maniera efficiente. La tecnologia Semi-Synchronized Shift, invece, funziona in senso contrario: il deragliatore posteriore si sposta automaticamente per seguire il deragliatore anteriore, garantendo combinazioni corona-pignone ottimali. In contemporanea, la funzione di trimming integrata del sistema Di2 regola automaticamente e in modo preciso la posizione del deragliatore anteriore in modo che la catena si trovi al centro dello stesso, evitando sfregamenti a mano a mano che si seleziona un pignone diverso. Tutto questo avviene rapidamente, con precisione e fluidità.

I comandi cambio intuitivi, esaltano il cambio RD-R8050. Il nuovo design a profilo ribassato dello Shimano Shadow RD aumenta la stabilità del cambio e conferisce al deragliatore posteriore un aspetto elegante e pulito. E l'angolo di inclinazione ottimizzato lo rende adatto a gare endurance. La vasta compatibilità dei due deragliatori posteriori specifici (GS e SS) per cassette da 11-25D a 11-30D e da 11-28D a 11-34D assicura uscite fluide persino nelle aree montagnose più alte e ripide.





La nuova leva Dual Control Ultegra ST-R8050 permette una cambiata più intuitiva. Una separazione più netta tra i pulsanti di cambio consente di cambiare con maggiore precisione, anche quando si indossano guanti spessi. Ogni comando può essere impostato per attivare o disattivare la cambiata multipla, e i pulsanti sulla parte superiore del coprileva possono essere programmati per il controllo di dispositivi di terze parti. Tutte le funzionalità possono essere personalizzate tramite dispositivo mobile o computer con il software Shimano E-Tube.


Per quanto concerne la NUOVA BATTERIA vi rimando al precedente post CLICCA QUI . 

Le nuove ruote Ultegra con cerchio WH-RS700 sono laminate al carbonio,  no tubeless, e sostituiscono la Ultegra WH-6800. I nuovi mozzi (HB / FH-RS700 / 770) migliorano la prestazione, con un'accelerazione più rapida, grazie ad un risparmio di peso di quasi 60g rispetto ad una coppia di cerchi Ultegra 6800. I cerchi utilizzano una nuova procedura rigida di sollevamento del carbonio per creare una pista frenante 80g più leggera del suo predecessore. Attualmente non sono disponibili foto della nuova ruota. 
Peso: WH-RS700 (1,568g / coppia).

Infine i nuovi pedali Ultegra. PEDALI DI SHIMANO SPD-SL PD-R8000 più curati e con un peso complessivo più leggero e un'altezza inferiore; il corpo in carbonio composito e  una piattaforma extra-wide, offrono un efficiente trasferimento di potenza.

Impostazioni regolabili di tensione e di rilascio
Opzione di asse più lunga 4mm per una maggiore personalizzazione
Altezza pila inferiore di 0,7 mm rispetto a PD-6800
Peso: 248g


PD-R8000.png

venerdì 2 giugno 2017

Anteprima: la nuova BMC SLR01

Eccola, nuova, fiammante. La nuova BMCSLR01. Evidenti le differenze strutturali con l'ottimo precedente modello. Esordirà il 4/6 al Critérium Dauphin. Attacco aero, tubo reggisella aero. tubi oversize aero, freni a montaggio diretto, forcella aero.  Qualcosa è cambiata nella matrice Skorpion del carro posteriore ideata dalla BMC. In questo nuovo modello, il triangolo posto tra tubo verticale e quello orizzontale, non è più aperto, ma è chiuso, scelta che ne esalta la linea aero. La domanda sorge spontanea. Il BMC SLR01 2017 è un modello aero o un modello versatile stile aero ? Apprezzo la BMC per avere lanciato il nuovo modello, non secondo lo stile di un noto marchio statunitense, ma dopo il giusto periodo, dimostrando che il precedente modello era ottimo (invito alla lettura del mio test CLICCA QUI) e che la casa svizzera rispetta l'impegno economico dei clienti.  In collaborazione con il rivenditore Il Ciclista di Paolo Massignan. Saluti ciclistici 
Forcellino del cambio BMC, 




giovedì 1 giugno 2017

Spessori e cunei sotto le tacchette delle scarpe per ciclismo. Prestare attenzione.

Confesso di avere visto molte cose, in tutti questi anni di ciclismo praticato e studiato, in collaborazione con esperti del settore. Ne ho viste di cose, e me le ricordo tutte. Per esempio, continuo a vedere i cosiddetti compensativi meccanici per risolvere dismetrie posturali, cioè cunei e spessori. I cunei, generalmente non risolvono il problema del cedimento interno del ginocchio ed alterano la fisionomia della scarpa, relativamente all'arco plantare, in questo caso, troppo accentuato rispetto a quello del piede; gli spessori vengono messi nel tentativo di risolvere il problema della gamba più corta, ma in questo caso alterano il livellamento naturale del corpo, con gravi conseguenze. In entrambe i casi, i problemi muscolo-scheletrici a monte non vengono risolti, anzi vengono aggravati.  Quando ci si accorge di anomalie rilevanti, come il bacino ruotato, o l'anca bloccata, tanto per fare qualche esempio, e comunque quando ci si trova davanti ad un soggetto con la postura instabile, come nel caso di un ginocchio che cede all'interno, insomma quando generalmente si riscontrano evidenti dismetrie, occorre fare sospendere la visita biomeccanica e rivolgersi ad un medico ortopedico.

Tempo fa, un amico medico ortopedico, ciclista, mi disse che aggiungere gli spessori sotto le tacchette reca gravi danni alla salute. Mi spiegò che ogni persona, in salute, non ha una anatomia muscolo scheletrica, perfettamente simmetrica. Dunque una gamba può essere più lunga dell'altra, ma tolleranze di qualche millimetro, sono impercettibili e non rilevanti dal punto di vista posturale. In questo caso, il corpo, in modo istintivo e naturale, cerca e raggiunge il livellamento. E questo basta. Dunque niente e nessuno può e deve alterare questo equilibrio; è sufficiente una compensazione naturale del corpo. Intervenire  con compensativi meccanici è dannoso. Ovviamente la situazione cambia, quando ci troviamo difronte, ad una dismetria posturale importante, oltre dati millimetri. In questo caso, occorrerà intervenire per risolvere il sotteso problema muscolo scheletrico importante e potrà farlo solo il medico ortopedico in primis, coadiuvato dal fisioterapista e/o l'osteopata. Ciclista avvisato, mezzo salvato.

Una chiosa per i biomeccanici. Non fate interventi con compensativi meccanici, per tentare di "risolvere" problemi posturali. In questi casi a monte, come è noto, ci sono problemi di salute , che vanno al di là, della scheda biomeccanica e della prestazione sportiva. Eviterete di essere esposti a richieste di risarcimento dei danni laddove tra i vostri "aggiustamenti" e l'evento lesivo ci sia un nesso causale. In altre parole, quando vi accorgerete che il vostro cliente, avrà problemi muscolo scheletrici, astenetevi dall'intervenire per cercare di risolverli, e consigliategli la visita dall'ortopedico. Eviterete anche di realizzare condotte che configurano reati, tra i quali, senz'altro,  l'esercizio abusivo della professione, considerato che quando si interviene per correggere difetti dell'apparato muscolo scheletrico, senza avere il titolo e l'abilitazione, si esercita abusivamente la professione di medico, osteopata e fisioterapista, a seconda del caso concreto.
Saluti ciclistici.
Cuneo

Cunei

Il cuneo non è piatto, ma inclinato a differenza dello spessore.

Anteprima: la nuova gamma Campagnolo Bora con pista frenante AC3

Pubblico il comunicato stampa ricevuto dalla Campagnolo. In sintesi. Tutta la gamma Bora, quindi sia le One, che le Ultra, da 35 e 50 e persino la versione Ultra TT, saranno dotate della nuova pista frenante, chiamata AC3, brevettata dalla Campagnolo, contraddistinta da una superficie zigrinata a spirale, la quale promette una migliore prestazione, soprattutto in caso di frenata con il bagnato. Saluti ciclistici.