venerdì 16 novembre 2012

"Coppi e il diavolo" di Gianni Brera.

E' un libro da collezionare, scritto dal grande e compianto Gianni Brera, un icona del giornalismo sportivo. Brera intervistò il Campionissimo e scrisse le pagine straordinarie di questo libro, una preghiera laica per l'anima di Coppi. Un Coppi spiegato alla stregua di un arcano, come solo un "stregone" sa fare, viaggiando nel tempo e rendendo immortale le sofferenze di una divinità dello sport, fattosi uomo. Il volo del suo "Airone", come Brera chiamò Coppi, è stato raccontato mirabilmente, fino al momento della morte incredibile e prematura. Brera interpretò la scomparsa come un segno del destino: " gli eroi autentici vanno sempre rapiti in cielo" non possono vivere tra gli uomini comuni; non li meritiamo.
Voglio credere che Coppi, pedali nel cielo; e qualche volta, ritorni sulle strade del mondo. Devo attendere di incontrarlo, quando mi passerà accanto, fino a scomparire nel punto più lontano, nel silenzio dell'immortalità.
La mia recensione del libro:
Un dono del principe del giornalismo. Parole incastonate come diamanti, su una pergamena ingiallita dal tempo, indimenticabili. Emozioni suggellate in gemme di vita autentica. Una lirica struggente. Una melodia infinita, intrisa di emozioni che portano fino al traguardo finale. La preghiera laica per l'anima del Campionissimo, senza pace, errante, desolata, generosa. Un racconto personale, scritto sulla strada delle vittorie. Una triste e meravigliosa storia; un inno alla sofferenza, la litania di un campione senza età, senza paura, con il dolore nel cuore, che esorcizza danzando sui pedali; sazio di una gloria,  nelle pagine del libro, sopravvive alla notte e fulge nell'eterno. Il suo credo era sopravvivere al dolore della gloria. Due ruote con le ali, quelle dell'Airone; volano oltre il tempo, lacerano il buio della morte. Una preghiera intona una supplica per un uomo solo al comando. Oltre il traguardo. Oltre la vita. Un angelo ritornato in paradiso". 
Stelvio, anno 2010, Cima Coppi, monumento celebrativo.
Agosto 2016. Aggiornamento post.
Lo spirito del Campionissimo pedala sull'Izoard.

Agosto 2016. Casse Deserte ( Izoard). Visita alla stele di Fausto Coppi e Bobet 

1 commento:

  1. Bellissimo libro! Da consigliare soprattutto ai più giovani!

    RispondiElimina