domenica 8 luglio 2018

Il Futuro della bicicletta da corsa. Ceramic Speed Driven Concept.

Premetto e neutralizzo subito le comari isteriche da salotto, che questo è solo il modello sperimentale più sofisticato, denominato Driven Concept, presentato oggi all'Eurobike Show, e subito premiato come il prodotto più innovativo dell'anno, montato su una bicicletta aero, specifica, dotata persino di una trasmissione ad albero ( che sostituisce la catena) e dotato di 13 velocità......quello della Ceramic Speed CLICCA QUI . In pratica il futuro è tra noi e potrebbe essere presto commercializzato; per ora resta il vero  concept del futuro, che migliora quello che già esiste, un sistema senza catena, deragliatore, cambio, in una versione più semplice, ma sempre senza catena, al suo posto c'è una cinghia resistente e silenziosa, utilizzato con successo, persino nel deserto come in questo caso CLICCA QUI . 
Un sistema del genere cioè senza cambio, deragliatore e soprattuto senza la catena, significa risparmio di peso, di costi di acquisto e di manutenzione e soprattutto la possibilità di pedalare con qualsiasi pacco pignoni....vero progresso.....libertà totale....massima affidabilità.....migliaia e migliaia di km....niente più rotture di catene ed usura di pignoni.......questo è il vero futuro. Il punto debole della bicicletta non sono i freni, trattandosi non di un veicolo a  motore capace di produrre velocità importanti costanti, ma la catena. Ed ora la soluzione c'è. Quando sarà commercializzato ? Impossibile dirlo. Tra un anno faremo il punto della situazione. Intanto il sistema a cinghia, quello più semplice commercializzato da altri produttori, ed applicato sulle biciclette da città e da viaggio, è già disponibile, per chi volesse iniziare ad abituarsi.




Comunque va detto che anche questa idea (e ce ne sono delle altre ancora riprese dal passato), non è ex novo, cioè nuova, anzi riprende un meccanismo che risale al secolo scorso, sostanzialmente identico, salvo i materiali impiegati, come è possibile constatare in questa foto. Questo per dire che le idee di sviluppo per la bicicletta per quanto possano considerarsi innovative, spesso hanno dei limiti, come a dire cosa vuoi inventarti, è pur sempre una bicicletta, oppure altre volte sono state già realizzate nel passato.  Si tratta solo di riprenderle e di svilupparle allo stato dell'arte con i migliori materiali. Saluti ciclistici.


Nessun commento:

Posta un commento