domenica 17 gennaio 2016

Alessandro Richetti e le scarpe artistiche.

Le Bontrager XXX Road Shoes disegnate da Alessandro Richetti
L'arte è l'immagine silente del pensiero, questo penso. Un immagine riflessa, colori subitanei, intensità, emozioni e tutto sembra ricomporsi in una nuova immagine, quella che non c'era, quella che sarà per sempre. L'arte è il dono dell'Eterno, un gesto di incredibile bellezza; immagini che sanno di tempo e di mistero; le puoi riconoscere, per quello che sono, un gesto sublime di un Angelo o di un Diavolo caduto, senza pace, uno di quelli che va di fretta. E queste immagini, preziose, questi pensieri che arrivano da un altra dimensione, le puoi trovare anche dove meno te lo aspetti, riflesse su di una scarpa per il ciclismo. Già, proprio così, perché, l'artista non ha dimensioni, non ha spazi, non ha limiti, egli appartiene alla fantasia, e la fantasia è ovunque. Alessandro Richetti, è un artista, che ha pensato di regalare all'amico corridore, Eugenio Alafaci, immagini e colori, da portare con sé, sulle strade del mondo, e dove il cielo si incontra con il mare, e il sole sembra non finire mai. Sfogliando una rivista ho trovato la foto del suo dono; in esso ho riconosciuto, l'espressione autentica dell'arte, quella che non ti aspetti, e di cui hai bisogno, per sentirti lontano, oltre lo spazio. Lui abita a Carnago, ma la sua arte, arriva ovunque, anche dove c'è un ciclista, un errante in cerca di sfide. Basta avere un paio di scarpe, uniche, morbide, come le Bontrager XXX Road Shoes e lui saprà donarvi un immagine artistica, così mirabile e variegata, da farvi sentire, al centro del mondo e dei colori. Un concetto astratto da dividere con la strada e la bicicletta. Arriva il tempo di pensare di impreziosire il ciclismo con l'arte e questo tempo lo ha portato Alessandro Richetti. 

Saluti ciclistici.

Nessun commento:

Posta un commento