mercoledì 17 luglio 2013

L'Ululato a tavola...

Nelle foto alcuni dei cibi che fanno parte della dieta personale, compatibili con il mio organismo, le cui lectine, dopo un periodo di osservazione, ho sperimentato essere benefici. Inoltre la mia alimentazione non inibisce il funzionamento dell'insulina, piu precisamente dei suoi recettori il cui scopo e' quello di utilizzare i grassi ai fini energetici. Ovviamente la personalizzazione degli alimenti,mi consente di scegliere comunque una scelta variegata ed equilibrata, senza introdurre tossine alimentari, con alimenti non adatti, e introducendo alimenti benefici, per il sistema immunitario e l'apoarato gastrico. 
Sono convinto e su questo punto ho ricevuto conferme  anche dalla scienza, che un tipo di alimentazione non vada bene per tutti; in fondo la stessa cosa accade anche per i telai, la componentistica e l'abbigliamento. 
E' appena il caso di precisare che l'alimentazione e' fondamentale, tanto che ritengo, che l'allenamento inizia a tavola. Il mio motto: soffrire a tavola per godere sui pedali.
Per un ciclista in particolare il peso forma e' essenziale. Le nostre prestazioni dipendono dal rapporto tra massa grassa e massa muscolare. E credetemi la pancia non solo e' antiestetica e rende poco credibili, ma riduce fino ad annullare le prestazioni. Lo stesso assetto in sella e' influenzato dalla pancia; finanche i dolori. Il grasso in eccesso rallenta lo stato di forma fisica e ci rende inadatti al ciclismo, sport selettivo e molto duro. In buona sostanza bisogna approcciarsi alla bicicletta, in modo serio, assumendo un nuovo e corretto stile di vita: si è' ciclisti sempre anche a tavola. Una volta che si è andati a regime alimentare ottimale, diventa tutto cosi semplice, che diventa normale, non assumere più cibi deleteri. Del resto il peso forma del ciclista è più importante del peso della bicicletta. Da abolire la consuetudine arcaica, che tollera e determina un aumento di peso corporeo durante il periodo invernale, e un difficile e lento recupero del peso forma durante la bella stagione. E' assolutamente sbagliato non solo perchè ritarda, finanche, impedisce un recupero del peso forma, ma compromette il raggiungimento della forma fisica, in particolare per il periodo programmato. Ciò perchè con gli anni, il metabolismo rallenta e con esso la capacità di "bruciare" i grassi accumulati. La persona non ha la necessità di ingrassare per riscaldarsi come gli animali; usate i termosifoni !  Insomma il ciclista serio, è colui che assume in modo permanente, uno stile di vita, anche a tavola, consono allo sport, più vicino a quello che era l'invidiabile stato di forma, del suo antenato, costretto ad essere magro, per riuscire a  cacciare e sopravvivere, nel terribile confronto con la Natura . La dieta non è una necessità, ma un fatto normale.  
Una pietanza che mi piace cucinare e' quella che ho battezzato la Zuppa del Lupo. Ingredienti: zucca, pomodorini, cipolle, sale iodato, prezzemolo e aglio. Biscotti del Lupo: mandorle tritate, farina di riso zucchero, albume d'uova, buccia di limone tritata. Pomodori del Lupo: pomodori, riso, aglio, basilico, sale iodato, olio. Da consumare il fegato di bovino ( vitello bufala) fonte di energia e di ferro.




Pomodori del Lupo. 
Fegato di animale bovino: fonte di energia 

Le mie "barrette energetiche" fatte in casa. Ingredienti: mandorle pelate, zucchero, limone, albume, mandorla amara. Cottura al forno. 



Le barrette di Lupo Solitario

11 commenti:

  1. ciao Lupo!
    ma nella zuppa del Lupo metti tutti gli ingredienti che si vedono in foto, tipo la carne il riso ecc ecc?
    Oppure quelli sono a parte?

    RispondiElimina
  2. Ciao.
    Nella zuppa del Lupo metto solo zucca, tagliata, olio, sale iodato, pomodorini, aglio, cipolla tagliata e prezzemolo. Aggiungo anche un pò di acqua all'inizio della cottura. Ma mezzo bicchiere, perchè la zucca rilascia acqua durante la cottura.
    Gli altri cibi fotografati sono alcuni dei cibi che consumo.
    Saluti ciclistici.

    RispondiElimina
  3. E poi il cinese sarei io !!! Con tutte quelle zuppette e i bastoncini sembri proprio un cinese !

    RispondiElimina
  4. Dico la mia sull'alimentazione associata al ciclismo o piu' in generale per tenere in forma il fisico e la salute . In questi ultimi anni la gente sembra essersi svegliata dal torpore e tutti iniziano a fare diete di ogni genere prima fra tutte la famosa dieta a zona di cui condivido dei principi ma ne condanno fermamente altri . La dieta a zona ha il merito di predicare la corretta ripartizione di grassi proteine e carboidrati ma il demerito di demonizzare alcuni tipi di alimenti secondo me alla base dell'alimentazione come la pasta e il pane che se assunti in modo e quantita'corretta non hanno mai ammazzato nessuno . Io se sono cresciuto da 0 a 42 anni e'anche merito di pane e pasta che fin da piccolo ho sempre consumato . Io pratico la dieta del buon senso senza particolari rinunce ma anche senza eccessi esagerati perché fare vita da atleta vuol dire anche sapersi regolare a tavola . Io non demonizzo alcun alimento e cerco di mangiare vario e piu' volte al giorno facendo i classici spuntini . Altro aspetto a cui tengo molto e' che ogni tanto bisogna anche lasciarsi andare giusto per accontentare la testa che altrimenti potrebbe stressarsi se privata di qualche capriccio a tavola , per cui ogni tanto qualche dolce o qualche piatto un po' deleterio ci puo' stare e non ammazza nessuno , l'importante e' sapere fermarsi quando e' ora ! Vista la mia massa grassa e i miei risultati nella condizione fisica non penso di praticare una dieta tanto sbagliata alla faccia di chi vuole demonizzare questo o quell'alimento . Concordo sul fatto che ognuno ha le sue esigenze alimentari , non concordo sul fatto che si debba soffrire a tavola , la tavola rimane comunque uno dei pochi piaceri rimasti nella vita , secondo me e' sufficiente un po' di buon senso che vuol dire di non esagerare negli eccessi ma anche nelle rinunce .

    RispondiElimina
  5. Proprio oggi ho un esempio classico di eccezione alle regole , compleanno di un collega e conseguente vassoio di brioche in ufficio . Due sono andate stamattina e una oggi dopo pranzo e rigorosamente alla crema !!! Oggi in pausa pranzo andavo che era un piacere !

    RispondiElimina
  6. Il discorso è molto complesso. Premesso che non faccio la dieta a zona, ti spiego, alcune cose, molto importanti. Tra sangue e cibo si verifica una reazione chimica che fa parte del nostro bagaglio genetico. Quando mangiamo un alimento contenente lectine ( una proteina dotata di potere agglutinante che consente ad un organismo di attaccarsi ad un altro, una sorta di colla biologica)incompatibili con il nostro organismo, esse si sistemano in un organo ( fegato, reni, cervello, stomaco, eccetera) ed iniziano ad agglutinare globuli rossi in quell'aera. Per esempio il latte che spesso è indigesto metterà subito in moto meccanismi di agglutinazione nel tentativo di eliminare l'intruso. Di solito il 5% delle lectine riesce a raggiungere il sangue e innesca una serie di reazioni che portano alla distruzione di globuli bianchi e rossi. Alcune di queste lectine incompatibili possono danneggiare le pareti dell'intestino e dello stomaco, provocando una infiammazione delle mucose, il classico bruciore dello stomaco. Ecco questo è il principio base per cui l'alimento che può andare bene a te potrebbe non andare bene a me e viceversa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che non fai la dieta a zona , te fai quella cinese , il riferimento era in generale , ormai dalle mie parti la gente non dice piu' ho mangiato una bistecca piuttosto che un piatto di fusilli al sugo ma dice ho mangiato un blocco , due blocchi ecc ecc . Il punto e' che si e' perso la gioia di stare a tavola e mangiare del buon cibo . Il tuo discorso sulla soggettivita' delle diete lo trovo esatto perché e' impossibile che esista una dieta unificata uguale per tutti . Io diciamo che vado a sensazione e mangio vario , non mangio mai la stessa cosa che ho mangiato il giorno prima , continuo a variare , pero' se mi togli il bicchiere di latte freddo la sera prima di andare a letto ti ammazzo !!!

      Elimina
  7. Scritto questo aggiungo che il tuo stomaco è una mulazza, quella che serve ad impastare la calce !!!
    Non ho mai visto una persona mangiare come te. E' meglio regalarti un vestito che invitarti a cena. Ahahahahahhahaah
    Scherzo. E' un piacere stare a tavola con te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere reciproco visto che mangi le quantita' del mio canarino quindi resta piu' roba per me !!!
      A proposito di quantita' l'hai poi finita la pizza che ti ho visto ordinare l'anno scorso al 116 ?

      Elimina
  8. per esempio sono intollerante al lattosio e quindi non posso bere il latte che consumavo a quantità industriali. Insomma ci sono degli alimenti che non sono adatti per tutti.

    RispondiElimina