martedì 12 febbraio 2013

La strada e' di tutti

Ecco come pianificano il traffico urbano di Chicago (U.S.A.). La strada e' studiata in modo che tutti, pedoni, auto, bus e ciclisti, possono convivere senza pericolo. A quando in Italia ? Avremo mai una urbanizzazione moderna e civile ?  In Italia abbiamo invece un codice della strada che si fonda sulla figura principale dell'automobilista e considera i ciclisti la "parte" scomoda della viabilità. Strade da terzo mondo costringono i ciclisti nei percorsi urbani ed extra urbani a fare i conti con la prepotenza degli automobilisti, convinti di avere la priorità, anche a costo di investire o litigare. Un altro aspetto di inciviltà che abbonda nella nostra Italia. Espressione di un arretramento culturale e di una regressione sociale. 

Nessun commento:

Posta un commento