lunedì 29 ottobre 2012

Amarcord: Saeco, preparazione invernale Terracina 2004

Correva l'anno 2003. Un Gigi Sgarbozza agli esordi, presentava lo squadrone SAECO, con gregari di lusso ( li riconoscete ?) e Simoni e Di Luca, capitani. Le furie rosse. 




venerdì 26 ottobre 2012

Lupo Solitario (quello originale) e l'americana.






Ringrazio il mio amico ciclista Gennaro per l'elaborazione grafica delle foto.

mercoledì 10 ottobre 2012

Test bike: Tubolare Schwalbe Ultremo HT

TEST Tubolare ULTREMO HT













Tubolare prodotto dalla Schwalbe , nota azienda produttrice di camere e coperture per bici da corsa e mtb . Questo tubolare si posiziona al top della gamma della gamma strada insieme al modello Ultremo TT.  La realizzazione di questo tubolare e' interamente fatta a mano, ma toccandolo con mano si puo' sentire la perfezione della lavorazione e la morbidezza del battistrada, in particolare nella fase del montaggio .  Il battistrada ha una trama puntinata, come il Continental Competition, e la mescola e' differenziata al centro rispetto ai lati, mostrando una spiccata morbidezza, per favorire il grip in curva . La superficie d'appoggio a terra e' molto ampia essendo un tubolare arrotondato e poco appuntito. Il peso dichiarato e' di 260 g, ma il peso reale è di 248 g . Cosa molto importante da segnalare e' la presenza della camera d'aria in lattice che se aumenta il confort, tende però a perdere la pressione di partenza.


Test su strada:  scorrevolezza discreta, ricordano quella del Continental Competition; grip molto buono, anche sul bagnato. Come forature, ne ho avuta una sull'anteriore subito riparata col lattice Tufo e una sul posteriore, riscontrata al ritorno dall'uscita: un taglio  che aveva fatto uscire la camera. Tuttavia la durata non è ottima; prima di usurarsi il posteriore ha percorso 3660 km e l'anteriore 5500 km, avendo lavorato anche dopo la foratura. Dopo questi chilometraggi, di cui moltissimi percorsi in salita, ho dovuto sostituirli, in quanto erano usurati nella zona centrale. La tenuta e la morbidezza della gomma e' durata fino alla fine. Confrontandoli con i Tufo Pulse, ritengo gli Ultremo superiori come grip , in curva, in frenata, e sul bagnato; per quanto concerne la scorrevolezza ritengo i Pulse appena superiori. L'affidabilità ovvero la prova anti foratura è a vantaggio dei Pulse, il cui posteriore ha forato, solo a battistrada usurato. Questo è pero un dato influenzato dal caso ovvero dalla sfortuna. 

Pagella Ultremo HT:

Grip: 9
Scorrevolezza: 7
Durata: 7
Resistenza alla foratura: 5 ( dipende dalla fortuna)

domenica 7 ottobre 2012

Saturnia, terme della Maremma. Immerso nelle acque termali "create" da Saturno e care agli antichi soldati romani. Per i vicoli antichi di Capalbio.



Gambe segnate dagli sforzi















Week end in relax, senza bicicletta, ideale per chi pedala tutto l'anno. Saturnia eletta a meta. Dunque nelle acque termali millenarie per corroborare il fisico "spremuto" da tanti chilometri. E' fantastico immergersi nelle  acque calde e sulfuree; è suggestivo farlo dove, millenni fa, lo facevano i legionari romani, dominatori del mondo antico,  per curarsi le ferite riportate nei combattimenti, al ritorno dalle campagne militari. La leggenda narra che Saturno, un giorno, adiratosi con gli uomini costantemente in guerra, scagliò un fulmine e qui creò il cratere di un vulcano, dal quale iniziò a zampillare un acqua sulfurea e calda che tutto avvolse e quietò. Da quel giorno in questo lembo di terra nacquero uomini più saggi e felici. Le acque si trovano in Toscana nel cuore della Maremma e zampillano ad una velocità di 800 litri al secondo e ad una temperatura di 37°. Un pezzo di terra italica molto selvaggia e caratteristica. Nella Maremma si trovano altri paesi a "dimensione uomo" che meritano di essere visitati: Capalbio, Manciano, Pitigliano, giusto per citarne qualcuno. Paesi che hanno un comune denominatore: qui, il tempo, sembra essersi fermato. Camminando per i vicoli caratteristici e conservati come un tempo furono, si ha la diffusa sensazione di essere fuggiti dalla propria dimensione temporale. Non mi sarei sorpreso di incontrare persone vissute secoli fa e vestite come allora. Mi sovvenne il film " Non ci resta che piangere", peraltro girato in Toscana. Vivere in una dimensione irreale è uno dei modi per fuggire dallo scialbo quotidiano. Anche lo spirito, dunque, in Maremma può essere corroborato.

" Gli apostoli" di Pascucci, opera esposta nella chiesa di San Leonardo a Manciano. Sotto la riproduzione del telo della Sindone. 








mercoledì 3 ottobre 2012

I tre moschettieri

Un anno fa.......questa è una delle immagini tipiche del "vero" ciclismo, quello in senso lato: sudore, passione e amicizia.
A proposito di ciclismo, quello epico: oggi il Leone delle Fiandre, Fiorenzo Magni, ci ha lasciati. Ciao Fiorenzo. 

martedì 2 ottobre 2012

Lupo Solitario al sole


La mia esperienza con CT

Qualche anno fa ebbi modo di partecipare, come cicloturista con il vezzo di scrivere, all'iniziativa di CT, famosa e diffusa rivista mensile di cicloturismo, rivolta a quanti volessero descrivere i percorsi condivisi con la fedele specialissima. Ecco il mio lavoro selezionato dalla redazione e  pubblicato nella rubrica "Italia in Bici. I vostri Itinerari"






lunedì 1 ottobre 2012

Anteprima da Agente segreto.

Metti un Point Zipp in allestimento e un telaio Argon da crono, appena smontato dalla scatola.......e ti ritrovi da Falasca Cicli.....prossimamente in anteprima la nuova gamma 2013 Zipp e il nuovo telaio da crono Argon. Mi scuso per la qualità della foto ma è stata scattata da una digitale montata in una penna da agente 007 !!!


Stamattina pensavo di avere bucato, invece.....

Stamattina, il 10/11/2012, durante la mia uscita, il tubolare posteriore si sgonfia; mi fermo pensando di avere forato, anche se qualche dubbio incominciava a venirmi, tenuto conto che era nuovo, uso il Pit Stop e riparto. Una volta ritornato a casa, gonfio il tubolare per verificare che la pressione rimanesse a quella ottimale; ma invece con mia sorpresa, mi accorgo che era parzialmente sgonfio; lo gonfio di nuovo, rimanendo in ascolto di eventuali perdite di pressione, e  subito dopo, sento un sibillino SSSSSSSSSSS, all'altezza della valvola; gonfio ancora, ma niente da fare, la pressione non si mantiene. Smonto il tubolare dalla ruota e mi accorgo che la valvola era rimasta nel foro del cerchio; in pratica si era staccata.

il tubolare come si presentava al momento in cui l'ho tolto dal cerchio....la valvola era rimasta nel foro del cerchio!!!

il lattice del Pit Stop è riuscito a coprire il difetto della valvola.
la valvola che non voleva rimanere "attaccata" !!!!

2011- Lago di Braies, dove la luna si specchia e le stelle accendono il cielo










Anno 2011- Il lago giace davanti all'imponente catena dolomitica della Croda del Becco. E' di una bellezza assoluta. Qui è stata girata la serie televisiva prodotta dalla RAI, " Un passo dal cielo", in onda su RAI1. Qui la notte l'ululato del Lupo squarcia il silenzio della notte.